EPA

L’acido grasso Omega 3 a lunga catena e gli effetti antinfiammatori

Definizione

L’EPA è un Acido Grasso Omega 3 a lunga catena con 20 atomi di Carbonio, diretto precursore degli Eicosanoidi antinfiammatori a 20 atomi di Carbonio (Prostaglandine PgE3, Leucotrieni LTB5, Trombossani TXA3).

Ruolo Biologico

La somministrazione di EPA, presente in alte dosi nell’olio di pesce puro, produce due tipi di effetti biologici:

  • Strutturale
  • Funzionale

Effetto strutturale: Migliora la natura fisica della membrana cellulare e la rende più fluida. Il risultato è un’azione più efficace a livello recettoriale e dello scambio dei segnali intracellulari.

L’EPA, inoltre, si sostituisce all’Acido Arachidonico nella membrana cellulare, riducendo così la quantità dei metaboliti infiammatori sintetizzati a partire dall’Acido Arachidonico (PGE2, TXA2, LTB4).

Effetto funzionale: L’EPA non solo inibisce il metabolismo dell’Acido Arachidonico, ma è in grado di aumentare la produzione di metaboliti antinfiammatori (PGE3, TXA3, LTB5). Recenti studi hanno dimostrato che EPA è in grado di inibire la produzione delle Citochine infiammatorie IL-1 e TNF-Alfa.

Applicazioni Cliniche

Gli Eicosanoidi derivati dall’EPA (PGE3, TXA3, LTB5) sono importanti per trattare tutte le patologie in cui sono coinvolti gli Eicosanoidi infiammatori e le Citochine infiammatorie:

  • PGE3 contrastano le PGE2 che:

– Aumentano il dolore e gli edemi causati da altri agenti come l’Istamina.
– Favoriscono la permeabilità vascolare e la vasodilatazione

  • TXA3 contrastano l’azione dei TXA2 che:

– Sono potenti vasocostrittori, coinvolti nell’Ipertensione Glomerulare propria dell’Insufficienza Renale Cronica

  • LTB5 contrastano l’azione dei LTB4 che:

– sono potenti proinfiammatori coinvolti nell’Ipercheratosi
– sono responsabili della Desquamazione cutanea

  • EPA e derivati antagonizzano l’azione delle Citochine infiammatorie (IL-1, IL-6, TNF Alfa) coinvolte:

– Nelle manifestazioni Infiammatorie post-chirurgiche.